Facility Model

Il Facility Model è il modello gestionale che definisce interazioni, responsabilità e flussi della divisione Facility aziendale.

 

All’interno di questo modello gestionale troviamo innanzitutto i ruoli, punto chiave per definire responsabilità e obiettivi, nonché le interrelazioni tra gli stakeholder, sia dal punto di vista dei flussi comunicativi, che delle dipendenze interfunzionali, ed i flussi economici.

  

Pochissime aziende graficano  o analizzando il modello gestionale dell’area Facility, spesso perché si pensa che i servizi no core siano principalmente una routine di azioni semplici concatenate, sia perché spesso in queste aree si verificano così tante urgenze, da lasciare ben poco tempo all’analisi di processo (che potrebbe invece farle diminuire drasticamente, se ben applicata).

 

Da punto debole per molte aziende, il Facility Model può diventare un punto di forza, grazie all’adozione di processi ottimizzati e comunicazione mirata. Vediamo quindi i principali ambiti di impatto e le opportunità che un modello mirato può offire:

  

AMBITI DI IMPATTO

  • Strategicità dei ruoli del team facility: piano di successione, continuità di servizio, passaggio delle informazioni.
  • Il Valore e lo Spreco: ottimizzazione dei processi in termini di azioni e comunicazioni.
  • Livelli di Performance attesi e percepiti: survey, customer focus, necessità sindacali, standard di immagine.
  • Contratti e Budget: ottimizzazioni, ambiti di risparmio, pay on performance, share saving model, ZBB.

  

FATTORI STRATEGICI

  • Persone: agire sulla formazione e sull’approccio mentale e comunicativo verso il contesto aziendale.
  • Metodo: applicare un approccio snello e metodico, ottimizzando i carichi di lavoro e creando piani di successione.
  • Strumenti: individuare i 2-3 strumenti da utilizzare e ottimizzarli per il maggior numero di funzioni.

 

OPPORTUNITÀ PER DIMINUIRE LA COMPLESSITÀ AZIENDALE

 

Strategico-organizzativa Operativa Economico-finanziaria
Focus

Gestione know how

e competenze

interne vs esterne

Controllo snello

ed efficace

Stima del costo, trasparenza e monitoraggio

Interventi

Individuazione Facility Model, piano backup e successione, allocazione del know how e della manodopera, focalizzazione sul core business

Gestione del personale interno/esterno e specifiche di servizio per assicurare la flessibilità, la comunicazione e il tempismo di intervento

Costi interni vs esterni,

costi fissi vs variabili,

pay on performance e share saving model

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi